Sismologia statistica

Previsione dei terremoti e del pericolo sismico

Queste attività sono svolte in stretta collaborazione con l’INGV come parte dei suoi accordi con il Dipartimento della Protezione Civile italiano (DPC) e con ETHZ nell’ambito del progetto EU H2020 RISE. Riguardano sia il miglioramento che la standardizzazione dei database di sismicità a livello italiano ed europeo attraverso lo sviluppo di metodi e procedure innovativi. In particolare, sono stati sviluppati un algoritmo (BOXER) per la localizzazione di terremoti storici basati sulla descrizione di effetti macrosismici, una procedura per la verifica e la catalogazione di più di 10’000 meccanismi focali di terremoti dell’area euro-mediterranea (EMMA) e una metodologia per l’omogeneizzazione delle diverse definizioni di magnitudo del terremoto. Sono stati prodotti cataloghi omogenei di terremoti per l’Italia, il Mediterraneo e l’intero globo, includendo i cataloghi di riferimento (CPTI15) usati dalle più recenti rilevazioni di pericolo sismico a scopi regolamentari in Itali. In questo contesto è inoltre rilevante lo studio statistico dei tempi di decadimento delle sequenze sismiche e l’esplorazione di possibili precursori statistici dei terremoti, come l’avvenimento di forti foreshocks e le variazioni temporali della pendenza (b-value) della relazione frequenza-magnitudo.

Finanziamenti

  • EU H2020 Project RISE
  • RFO (Università di Bologna)

Settori ERC

  • PE10_7 - Physics of earth's interior, seismology, volcanology

Responsabile scientifico

Paolo Gasperini

Professore ordinario

Membri del gruppo

Laura Gulia

Assegnista di ricerca

Camilla Rossi

Dottoranda

Altri membri

Collaborazioni

  • Eidgenössische Technische Hochschule Zürich (ETHZ)
  • Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)
Torna su